Wisława Szymborska. La vita a volte è sopportabile

La vita a volte è sopportabile, parola di Wisława Szymborska. di Salvatore Greco Si dice spesso che sia difficile raccontare i grandi scrittori, farli parlare al di fuori dalle loro opere o dagli eventi che ne descrivono l’esistenza. Tuttavia la settima arte in questo è uno strumento potentissimo, quello che…

Continua a leggere

Condivisioni 0

Róża, tra amore e identità. Un capolavoro di Smarzowski.

di Elettra Sofia Mauri Il racconto di un amore sullo sfondo di un’amara pagina di storia polacca Torniamo a parlare di Smarzowski, che questa volta con Róża affronta una pagina della storia della Polonia forse troppo poco conosciuta. Con un realismo autentico, a tratti spietato come solo la realtà della…

Continua a leggere

Condivisioni 0

Giuseppe w Warszawie

Prove tecniche di neorealismo oltrecortina “Giuseppe w Warszawie”, titolo traducibile semplicemente come Giuseppe a Varsavia, vede il nome più italiano di tutti proiettato per caso a Varsavia e forse non l’abbiamo inventato noi il mito dell’italiano soldato buono, infatti prima di pellicole come “Mediterraneo”, premiata con l’Oscar, e de “Il…

Continua a leggere

Condivisioni 0

Rejs: solcando le acque del socialismo (sur)reale.

A bordo della nave da crociera che racconta, ridendo, amarezze e assurdità di una Polonia che fu. Si dice che per capire davvero un popolo bisogna comprenderne l’umorismo. Ridere assieme, in fondo, è una delle cose più intime che esista e cogliere istintivamente i simboli comici di una cultura che…

Continua a leggere

Condivisioni 0

Seksmisja, la Polonia che ride e irride

La distopia perfetta al servizio della risata critica. Difficile immaginare un mondo in cui non ci sono più individui di sesso maschile, abitato da sole donne dall’altissima capacità tecnologica. Difficile, probabilmente, immaginarlo come una distopia, un’utopia negativa, specie se le donne in questione sono anche particolarmente avvenenti. Dunque difficile al…

Continua a leggere

Condivisioni 0